Storie di #brianza, intrecci di vita nel settore del mobile e del #design.

Sul desk di un amico noto un #libro educato ed essenziale,

misurato l'uso del colore e grafica immediata, il titolo mi incuriosisce

‘ Diario di un falegname ‘ il design dall’artigianato all’industria e oltre.

Sfoglio il sommario e guardo qualche foto, decido così di leggerlo e mi ritrovo nel #racconto appassionato, divertente e commovente,

di una vita e di un territorio: la Brianza e in particolare Meda,

città di pionieri e protagonisti del mobile di design.

Scritto da Ezio Longhi, il contenuto è un'autobiografia che racconta anche l’origine e la storia del marchio Elam (acronimo di Ezio Longhi Arredamenti Moderni) ma che, soprattutto, fotografa la nascita del mobile di design, della vita di Meda, della Brianza e del costume dagli anni '30 ai giorni nostri.

Nel libro storia e realtà, contributi di architetti,

immagini di costume e curiosità.

Conclude il libro una citazione di Giorgio Bocca

“ fino a ieri credevo che far mobili in Brianza fosse una questione di colla,

di legno, di vernici, di soldi , ma poi ho conosciuto i Busnelli, i Longhi, i Cassina e ora credo di sapere che è tutt’altra cosa".

Ezio Longhi "Diario di un Falegname", ed. Brianza Domani

Seguimi sui social
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Twitter Social Icon
Tag Cloud

© 2020 isabellamorelli.it